Caro Non Leo ti scrivo…

Caro “Non Leo” ti scrivo, così ci presento un po’

e siccome sei molto lontano più forte ti scriverò

in tutto il distretto c’è una grossa novità,

l’annata vecchia è finita ormai

e di nuovi service e idee siamo pieni in quantità!

Forse il modo migliore di far capire chi siamo è provare a raccontarci a chi non ci conosce…Buona lettura, bimbi belli!

18 Ottobre 2022

Caro amico ti scrivo così mi distraggo un po’…”,

da questo periodo turbolento di ripresa. Perché dopo due anni in cui abbiamo dovuto isolarci dalla “quotidiana normalità” adesso è il momento di ripartire e mettersi in moto.

Per questo ti scrivo questa lettera perché vorrei parlarti di noi Leo, non siamo figure mitologiche, ma siamo un gruppo di giovani che cerchiamo di costruire insieme qualcosa di bello, che possa lasciare il segno, e perché no fare qualche nuova conoscenza per non sentirsi più “isolati”. Cerchiamo di conoscere e far conoscere il nostro territorio e tutte le realtà che ci circondano, in ogni ambito, organizzando eventi. La prima cosa che ho imparato nei Leo è fare gruppo, mettersi insieme davanti ad una buona pizza a condividere ognuno i propri interessi, confrontarci e da questo far nascere tanti progetti per il territorio in cui viviamo. Mi ha fatto crescere e scoprire tante cose nuove. Ricordo ancora quando ero entrata da poco nel club, era il periodo di Natale ed avevamo deciso di andare in piazza a vendere dei pandorini, per raccogliere fondi per materiale da donare alle scuole primarie, sinceramente non sapevo come comportarmi…ma ero lì per una buona ragione e non ero sola. Fu una giornata emozionante (certo faceva pure parecchio freddo) e sapere di poter fare qualcosa di concreto divertendomi la rese ancora più speciale. Avrei tantissime altre cose da raccontarti, ma preferisco sempre parlare guardando negli occhi una persona; quindi, vorrei invitarti per un fantastico aperitivo per iniziare a metterti in gioco e buttarti anche in cose mai fatte prima. Vale la pena sfruttare ogni momento che ci è dato per scoprire quanto di bello ci circonda.

Aspetto conferma per l’aperitivo!

A prestissimo

Leo Club Arezzo

Caro “Non Leo”,

ti sto scrivendo nel pieno dei preparativi della cena di apertura d’Area, la terza a cui parteciperò. Il tempo non sembra essere trascorso, sembra ieri che entravo ufficialmente a fare parte del mio club e invece tra una presidenza di club e un incarico distrettuale, eccomi arrivata qui. In questi anni ho imparato che non importa abitare a Firenze, Nola o Parigi, non esistono frontiere e confini per i leo. Ovunque tu ti troverai potrai trovare un appoggio in un altro Leo, un qualcuno che saprà consigliarti e magari darti anche una mano con le lingue, soprattutto col francese che, si sa, in Francia sanno solo quello! Ovviamente essere Leo non significa solo avere delle guide turistiche a disposizione in gran parte delle città, significa anche mantenere un impegno solido nel confronti della società, cercare di appianare nel nostro “piccolo” a quelle discrepanze che spesso e volentieri vediamo compromesse. Donare un sorriso a qualcuno è la cosa più appagante che ci sia. Certo, anche un voto alto all’università o un avanzamento di carriera lo sono, ma non ha niente a che vedere con la soddisfazione di poter arrivare in fondo alla giornata e poter dire “oggi ho dato una mano”. Spero un giorno possa capire anche tu di che sensazione sto parlando, nel frattempo ti mando un grande abbraccio!

Un tuo amico Leo

Leo Club Firenze Scandicci

Caro amico “non leo”,oggi voglio parlarti di cosa ci regala ed insegna ogni giorno il nostro Club.

Il Leo Club si tratta nell’associazione giovanile dei Lions Club International. Tutto nacque nel 1957 negli USA,grazie ad un Lions il quale decise di iniziare questa avventura anche per i ragazzi del liceo, così che dopo che i vari Club iniziarono a prendere vita nel 1969 arrivo il primo anche il Italia,più precisamente a Genova. 145 nazioni aderiscono alla nostra associazione, con più si 175.00 soci. Il nostro obbiettivo è quello di offrire opportunità  con l’intento di aiutare la società,optando ad una crescita sia collettiva che personale, tanto che l’acronimo racchiude le parole:Leadership, Experience, Opportunity. Ogni cerchia si occupa in ciò che è necessario per la comunità; un piccolo aiuto per gli anziani, per le persone con problemi di salute, bambini che vivono brutte situazioni…tutto ciò è un contributo che può fare la differenza. Per far sì che tu diventi un leoncino, l’unica cosa importante anzi essenziale è essere motivati, disponibili e voglia di fare anche un gesto puro ed ingenuo.

Il Leo Club prepara alla formazione  per il mondo che ci spetta,per stimolare ed unire. Spero in così poco di averti aiutato ad intraprendere questa esperienza, ne potrebbe valere la pena!

Leo Club Iannitelli Grosseto

Caro amico,

Oggi ho deciso di scriverti una lettera per parlare di un argomento per me molto importante: cosa vuol dire essere un Leo. Più volte ho avuto modo di farti conoscere questo mio mondo, ma vorrei farlo più nello specifico. Nel momento in cui si decide di diventare Leo si entra automaticamente a far parte di una grande famiglia composta da ragazze e ragazzi di età diversa, ma accomunati tutti da un unico obiettivo: far del bene agli altri e alle persone più bisognose.  All’interno di questo gruppo potrai sempre trovare un amico su cui contare nei momenti in cui ne avrai necessità o semplicemente una spalla su cui piangere quando ti sentirai triste. È per questo motivo che per me i Leo sono come una famiglia, ognuno di loro sarà pronto ad inondarti di affetto e ad accoglierti nei migliori dei modi.  Certo, ci saranno anche momenti di serietà, in quanto, far parte dei Leo significa anche avere delle responsabilità; molte volte si è chiamati a scegliere e a giudicare, ma la cosa più importante è che non lo farai mai da solo. Sono sicura che ti piaceranno sicuramente tutte le feste organizzate dai Leo, studiate e definite nei minimi dettagli, con il fine di far divertire tutti. 

Insomma, penso di averti convinto, giusto?

Noi Leo saremo pronti ad accoglierti quando te la sentirai, e ricordati, l’unione fa la forza!

                                                                                                                                Leo Club Lucca

Car* amic* non-Leo, 

A prescindere dal modo in cui sei venuto a conoscenza della nostra realtà grande, variegata, a volte anche un po’ bizzarra, so che hai sicuramente parecchie domande che ti ronzano per la testa. È completamente lecito! Io stessa non sapevo precisamente cosa aspettarmi quando ho iniziato a partecipare alle attività del mio club, e nemmeno adesso, dopo tre anni, saprei preparare al 100% un esterno a quello che troverà all’interno dell’associazione. 

Tutti noi Leo sappiamo a menadito l’acronimo Leadership, Experience, Opportunity, l’abbiamo sentito ripetere talmente tante volte che questa è la prima cosa che potrebbe balenarci in mente alla domanda “Ma cosa mi darà in fondo il Leo?”: avrai l’occasione per sviluppare la Leadership, per fare nuove Esperienze e aprire le porte a centinaia di Opportunità. Scontato, detto e ridetto in tutte le salse, ma verissimo.
Eppure sono sicura che con chiunque parlerai, dal socio semplice alla persona che ha ricoperto le massime cariche, ti sentirai dire (dopo un attimo di riflessione) che la parte più bella del Leo è molto di più di queste tre paroline magiche. La cosa più preziosa che ti rimarrà sono le amicizie che nasceranno, il rapporto che si crea sia tra noi ragazzi, che tra il Leo e tutte le persone che sosteniamo con i nostri service. E per quanto gli amici si possano trovare ovunque, negli ambiti più diversi e svariati, ti garantisco che quella che lega noi Leo è un tipo di amicizia diverso, basata su una fiducia quasi cieca l’uno nell’altro, sulla consapevolezza di condividere una serie di valori fondamentali con la persona che hai di fronte. Credo che queste certezze facciano sì che praticamente chiunque riesca a lasciarsi coinvolgere dal gruppo, divertirsi a cuor leggero, spesso con persone semisconosciute, ma al tempo stesso mandare avanti gli stessi principi che ci rendono così uniti. 

Mi rendo conto che tutto questo possa sembrarti un’esagerazione, in fondo siamo soltanto dei ragazzi che fanno volontariato insieme, esistono migliaia di club, associazioni e fondazioni con idee simili alle nostre tramite le quali sostenere il proprio territorio e le persone che lo abitano.
L’unico modo per assicurarti che io non ti stia raccontando balle è provare a entrare nella nostra realtà, e vedrai che una volta superato il momento di panico e confusione nel sentire inni e una lista immensa di nomi sparati a tutto volume dalle casse all’inizio di ogni evento (ti prometto che non siamo una setta), ti divertirai un mondo! 

Ti abbraccio e non vedo l’ora di accoglierti nella nostra famiglia❤

Leo Club Montecatini Terme

Caro “non Leo”,

spero tu abbia trascorso delle felici e meritate vacanze estive.

Quest’oggi ti scrivo per raccontarti di un argomento che mi sta particolarmente a cuore, ovvero l’associazione di cui faccio parte. L’associazione in questione si chiama Leo Club, ed è formata da ragazzi fino a 30 anni di età. Essa offre ai giovani di tutto il mondo l’opportunità di dedicare il proprio tempo ad attività di servizio e di beneficienza per la propria comunità locale, ma non solo, perché l’associazione è attiva anche con iniziative di carattere internazionale. Non c’è cosa più bella di utilizzare il proprio entusiasmo e la propria voglia di fare per mettersi a disposizione della comunità e per fornire un reale contributo a sostegno delle realtà più fragili della nostra società, il tutto condividendo gli stessi ideali di unione, generosità ed amicizia. Proprio quest’ultimo aspetto lo considero fondamentale, poiché l’appartenenza a questa associazione mi ha permesso di conoscere nuove persone e costruire dei meravigliosi rapporti di amicizia.

Inoltre, per quanto riguarda la mia esperienza personale, posso dirti che il Leo Club ha rappresentato per me una grande opportunità di crescita personale. Infatti, ricoprire un determinato ruolo nel proprio Leo club rappresenta un fattore responsabilizzante, che ti permette di sviluppare la propria personalità, di migliorare la capacità di organizzazione e di lavorare in maniera sana e attiva in un team. 

Se anche tu come me hai voglia di aiutare il prossimo, e allo stesso tempo di fare nuove amicizie e crescere, non ti resta che iniziare a farne parte!

Un saluto affettuoso,

Leo Club Montemurlo

Caro amico,

ti scrivo in un giorno speciale per molti Leo che stasera si riuniranno in occasione della cena di apertura di una delle aree toscane, pronti a festeggiare la collaborazione e l’amicizia che li unisce di evento in evento. Essere un Leo ti ricorda costantemente come le migliori iniziative e gli aiuti più validi siano spesso il frutto di un’armonia d’intenti e di animi che può sembrare sì utopica ma reale, e ogni Leo Club ne è la prova. Pensa insieme a quante altre persone potresti dedicarti alla cura delle realtà più fragili in prima persona, con la possibilità di proporre sempre nuovi progetti e vederli realizzati, vedere quanto il Bene può essere potente se condiviso. 

Caro amico, in realtà non si convince nessuno ad essere un Leo: è uno spirito di iniziativa e di volontà che può solo venire da dentro e, quando viene finalmente palesato, conduce a risultati sorprendenti, certamente costruttivi. Sappi solo che un Leo sosterrà e accoglierà tutti coloro che hanno bisogno o che vogliono agire su di esso; parla, confrontati, partecipa con noi: insieme a qualcuno là fuori, noi ti aspettiamo.

Con affetto e tanta fiducia,

un Leoncino

Leo Club Pescia Valdinievole

Caro Non Leo, come stai?

È da tanto tempo che non ci sentiamo e data questa pausa estiva ho deciso di scriverti per aggiornarti su quello che mi succede in questo ultimo periodo. Gli studi procedono bene, ho avuto lezione quasi tutte le mattine e il pomeriggio di solito l’ho dedicato allo studio in questo semestre. Fortunatamente, non ho passato interi pomeriggi a studiare…ti ricordi dei ragazzi del Leo club della mia città? Sicuramente si!

Ormai sono un po’ di anni che sono parte di questo gruppo e sono stati ricchi di soddisfazioni. Come quella volta, usando il nostro fondo cassa, abbiamo acquistato un bel po’ di regali da donare per Natale con dei bigliettini personalizzati da noi realizzati. Ricordo ancora quel pomeriggio e quella sensazione che è un mix di cose: un po’ di adrenalina per l’acquisto(è sempre bello comprare giocattoli), orgoglio e la consapevolezza che un semplice gesto può aiutare qualcuno.

Ultimamente, abbiamo abbracciato e affrontato diverse tematiche come l’ambiente, ad esempio abbiamo deciso un giorno di effettuare la raccolta di rifiuti in una zona che purtroppo non era messa bene.

Praticamente siamo liberi di spaziare su tanti temi a seconda delle idee che vengono in mente e delle esigenze del nostro territorio.

Infine, ci si diverte molto e ti permette di fare esperienze nuove, come viaggi e weekend a tema insieme ad altri club di altre città, unendo il divertimento e nello stesso tempo facendo buone azioni! Una delle cose che più apprezzo è che ti fa staccare dalla monotonia e dai problemi della giornata…in particolare durante le nostre riunioni/aperitivi dove il tempo passa tra una risata, disavventure personali e nel frattempo si discutono i vari punti della riunione.

Come vanno le cose da te? Spero di poterti venire presto a trovare e perchè no magari durante una futura multidistrettuale in cui saremo entrambi Leo! 😉

Ti abbraccio forte

Leo

P.S Se ni mondo ci fosse un po’ di bene ed ognun si considerasse suo fratello ci sarebbero meno pensieri e meno pene, ed il mondo sarebbe assai più bello. (poeta anonimo)

Leo Club Pisa Certosa

Caro non Leo ti scrivo

Perché sei titubante? Perché non ti decidi ? So che può sembrare invadente e poco raccomandabile ma la realtà è ben diversa! La cosa è ben peggiore! 

Ovviamente sto scherzando, Il fine di questo mio scritto non è quello di darti fastidio e lo stesso vale per lo spirito del Leo: dare qualcosa a qualcuno molto più sfortunato di noi, magari con un sorriso, provando a strapparne uno anche a chi non è così abituato alla felicità. Quindi pensaci prima di rispondermi una volta in più con il tuo solito no secco e pensa anche a tutto quello che avresti potuto fare nonostante le solite cene e sfilze di riunioni inconcludenti, ma che diciamocelo, se non ci fossero andrebbero inventate, perché è proprio in quelle circostanze che nascono quelle bellissime e oltremodo toccanti iniziative che te spesso ignori, ma che per altri potrebbero essere se non uno spiraglio di luce nel buio, un sospiro di sollievo. Quindi su non farmi ripetere, sii dei nostri – be Leo -, però accertati che si tratti del Leo Club Pisa. Contiamo su di te, sulle tue idee, sulla tua forza di cambiare le cose e sul tuo amore per la solidarietà.

Leo Club Pisa

Caro “Non Leo “,

Come sono andate le vacanze? Per quanto mi riguarda tutto bene, le solite cose, un pò di mare, un pò di montagna e in fine il ritorno in città dove ripartire con la solita routine.

Ma non parliamo di me, sono qui per invogliarti un po’! Invogliarti a cosa, ti starai domandando… beh, magari a guardare noi Leo con occhi un pò diversi. Facciamo così, adesso ti invito a fare un gioco: tu sarai i miei occhi e ti farò vedere cosa un gruppo di ragazzi riesce a fare per il prossimo… sei pronto? Allora… tre… due… uno… adesso sei i miei occhi! Vedi diverse chat di gruppo con molti nomi simili, ma ognuna di queste in realtà ha uno scopo ben preciso dove partecipano ragazzi da tutta Italia pronti a scambiarsi idee per organizzare vari eventi, sia a scopo benefico, che ludico; in più, in questi gruppi, vengo scambiate idee del vivere quotidiano e si creano anche amicizie forti, e perché no, qualcuno ha trovato anche l’amore.

Oltre ai “Maxi”, esiste anche il “proprio” gruppo d’appartenenza, che possiamo definirlo come una piccola famiglia: ci incontriamo per organizzare l’anno e per operare al meglio sul territorio con piccoli gesti che regalano gioie e sorrisi a coloro che ne hanno bisogno ma anche a noi.

E adesso apri bene gli occhi caro Amico, perché è proprio qui che voglio portarti, sui sorrisi. I sorrisi delle persone alle quali porgi un piccolo gesto, quelli che fai in solitudine quando nessuno ti vede alla fine di una giornata produttiva, ma soprattutto i sorrisi che fai in compagnia con il tuo gruppo di Leo, che sia a fine di un sevice oppure in una semplice serata davanti ad una pizza; quelli sono i momenti più belli… quei sorrisi ti riempiono quella piccola sensazione di vuoto che ti senti dentro. E tu, “Amico Non Leo”, sei sicuro di volerti privare di tutto questo? 

Spero di averti fatto sorridere con questa lettere, Saluti e a presto,

i Leo PistoiaBalí.

Caro non-Leo,
Ti chiederai cosa sia il Leo Club e perché così tanti giovani ne sono entusiasti…
Si tratta dell’associazione giovanile del Lions Club International e comprende ragazzi e ragazze tra i 14 e i 30 anni, i quali coltivano un obbiettivo comune di supportare e promuovere il bene sociale nel territorio in cui operano. Tutti i soci sono accomunati da ideali di amicizia, generosità e solidarietà. È inoltre un’opportunità per sviluppare le proprie abilità nel campo della leadership, e adattamento al lavoro di gruppo. È infatti grazie alla squadra che compone ogni Leo Club che si raggiungono obbiettivi e si portano avanti i service prestabiliti ad inizio di ogni anno sociale.

Personalmente l’esperienza che ho avuto, fino ad ora, all’interno del Leo Club è sicuramente più che positiva. Sono entrata a far parte del Club nel 2019, all’età di 16 anni. Nonostante fossi la più giovane del mio Club mi sono sentita subito molto coinvolta e ho anche avuto modo di creare legami sinceri e profondi con persone di età diverse dalla mia, con interessi e percorsi differenti, per cui sono state queste amicizie un modo di confrontarmi con persone che probabilmente non avrei incontrato nel mio percorso se non grazie al Leo Club. Ho ricoperto ruoli diversi negli anni successivi a quello dell’ingresso: infatti nel 2020 ho curato le Relazioni Internazionali del mio Club, cercando di coltivare e talvolta creare legami e fratellanze con Club oltreoceano o nel resto di Europa. È stata indubbiamente un’esperienza formativa, che mi ha insegnato a rapportarmi non solo a mio nome ma a nome di tutto il Leo Club Siena con persone aventi culture e tradizioni diverse dalle nostre, oltre ad avermi arricchito personalmente grazie alla conoscenza di persone che hanno avuto un impatto fondamentale sulla mia visione del mondo.Nel 2021 sono stata cerimoniere, e questo mi è stato di aiuto anche nell’ambiente scolastico. Organizzare i vari eventi, le cene e riuscire a presentare intere serate consente di assumere una certa sicurezza nelle esposizioni al pubblico. Questa è una skill fondamentale in più contesti, anche se purtroppo i modi per lavorarci non sono altrettanti. Nel 2022 invece sono stata nominata Social Media Manager, non avendo grande interesse nell’informatica sicuramente dover capire alcuni meccanismi mi è risultato utile e prezioso. Da tre anni dunque sono parte del direttivo del Leo Club, questo è un impegno che cerco di adempiere nel miglior modo possibile, assumendomi le mie responsabilità e cercando di contribuire al bene del mio Club. Durante la mia attività alle volte mi è capitato di sbagliare, o di non avere la sicurezza necessaria con la quale affacciarmi a nuovi contesti. È questo però parte del percorso del Leo Club, perché consente ai giovani soci di crescere, di formarsi e di diventare capaci in più settori.

Il Leo Club è un’opportunità che i giovani hanno per comprendere a pieno il valore della solidarietà e metterla in atto attraverso i service.Essere un Leo significa infatti far parte di una comunità che ha a cuore il bene degli altri.I vari club operano nel territorio limitrofo, cercando di capire quali siano i problemi principali dell’ambiente circostante ed intervenire come meglio si può. Spendere parte del proprio tempo per aiutare famiglie bisognose,

giovani con disabilità o incentivare i giovani allo studio dando agevolazioni è una scelta di arricchimento personale. Durante il mio percorso all’interno del Club, ho partecipato a vari service fra cui il Fly Therapy-Service, la donazione di sangue, consegne di spese a famiglie in difficoltà economica o ad associazioni come la Caritas, raccolte di materiale in favore della popolazione ucraina e raccolta di farmaci. Il service che più mi è a cuore è senza dubbio quello che io ed alcuni soci del mio club svolgiamo presso il Circolo ARCI di Ravacciano. Ogni settimana alcuni soci aiutano i bambini nelle attività scolastiche o nello sviluppo della lingua italiana, andando così ad aiutare le famiglie che durante il pomeriggio non hanno la possibilità di poter aiutare i propri figli sotto il profilo scolastico. Dare la possibilità ad un bambino di crescere, di sviluppare un proprio spirito critico, di avere un ambiente idoneo allo studio e di trasmettere e far comprendere l’importanza della scuola, dell’organizzazione e del sacrificio è uno dei regali più preziosi che gli si possa fare. È questa una possibilità che i bambini hanno per intraprendere una strada verso un futuro brillante, ricco di aspettative e desideri, che li possa rendere liberi ed indipendenti. Credo fortemente in tutto ciò, perciò fornire questo tipo di aiuto ai bambini mi trasmette un senso di forte realizzazione. Il volontariato mi ha aiutato anche a livello personale a socializzare e a conoscere nuove persone, mi fa sentire più utile perché so che ciò che sto facendo ha uno scopo preciso ed un risultato concreto all’interno della comunità in cui vivo. Fare volontariato mi ha aiutato anche a riflettere sulla mia vita, su ciò che ho, sulle mie fortune, su chi mi circonda, su chi sono realmente e quindi ad essere grata per ciò che ho. Spesso si danno per scontate molte cose che si hanno e solo quando ci vengono tolte si capisce il valore effettivo di esse, vedere soffrire qualcuno o avere difficoltà perché privo di cose che noi abbiamo ma che non apprezziamo a pieno ci fa aprire gli occhi, si impara ad apprezzare la propria vita e a dare il giusto peso ai problemi per cui ci ammaliamo che spesso risultano poi essere superficiali. L’altro aspetto del Leo Club che più reputo interessante è quello del lavoro di gruppo, al quale non avevo mai attribuito troppa importanza fino a che non ho avuto l’opportunità di sperimentarlo in prima persona. Grazie alla collaborazione infatti si può lavorare su più service contemporaneamente ed ottenere risultati in maniera più celere.Inoltre, è stimolante lavorare in gruppo e ci sprona a lavorare di più. Ogni Leo Club ad inizio di ogni anno sociale si prefissa dei traguardi da raggiungere non come singoli ma come team.È grazie al lavoro di squadra che si possono scambiare pareri e conoscenze. Uno dei segreti di una collaborazione di successo è la capacità di trasferire e condividere competenze, facendo sì che i soci si formino tra loro.

Concludo dunque dicendo che non entrando nel Leo Club si perde una grandissima opportunità di crescita, di formazione e di confronto con coetanei e non, provenienti da tutta Italia e perché no da tutto il mondo. Si perde l’opportunità di creare rapporti di fratellanza con i vari soci, con i quali si condividono valori e obbiettivi. Invito chi ancora non ha avuto modo di farlo ad affacciarsi a questo mondo, perché nonostante abbia provato a descriverlo come meglio potevo finché non si ha la possibilità di viverlo in prima persona non ci si rende conto di ciò che si tratta a pieno.

Leo Club Siena

Caro “non Leo”
Cara noemi, ti scrivo per due motivi principalmente. Il primo è per convincerti per l’ennesima volta almeno a considerare l’idea di diventare una Leo e la seconda è per darti alcune motivazioni per farlo.
Essere una Leo non è un impegno e lo capisci perché una volta che ci entri ti ci affezioni, non solo alle persone ma anche a tutto ciò che fai, diventa uno stile di vita, un mood, una carica che hai e che ti sprona a fare tutto, e in più sai anche che ciò che fai ha uno scopo e un fine per il bene comune, anche il tuo!
In più trovi anche tante belle personcine con cui fare le riunioni, i service, ma non ti spaventare da questi due paroloni perché diventa tutto divertente, soprattutto i service perché si tratta di stare a contatto con le persone, cosa che a te so che piace, e in più ti metti nei loro panni quando ti parlano( soprattutto gli anziani ahahah) e diventi una “imprenditrice”, stai dietro il bancone a vendere le piantine, fai i biglietti da dare alle persone per fare le visite, nei momenti di vuoto ti metti a cianare con le altre sui ragazzi belli che passano vicino al banco, si mangia insieme, ci si aiuta con i resti dei soldi e si fanno i giri per la piazza a convincere le persone a comprare le ultime cose rimaste per finire il sacchetto per poi guardarlo e dire:” ohhhh che bello, abbiamo venduto tutto”.
E poi le riunioni, ehhh le riunioni hanno sicuramente quella parte seria che ci vuole ma allo stesso tempo c’è anche quel momento in cui ci si mette a scherzare, si ride e sorride.
E poi una delle cose che io preferisco insieme ai service…rullo di tamburiii… le cene varie, di solito sono abbastanza lunghe e con gli inni iniziali onestamente leggermente noiosi ma si mangia sempre benissimo, ti porti le amiche dietro, commenti i vari vestiti della gente, le location sono quasi sempre meravigliose e anche lì, inutile dirlo, ci si diverte sempre un sacco.
Quindi, cara noemi, ti ho convinto? Entra nei Leo, su su che è bello.

Leo Club Valdelsa Fiorentina Unitas

 

You may also like